November 11, 2014 / 7:04 PM / 3 years ago

PUNTO 1-Banco Popolare, perdita 9 mesi 122 mln, rettifiche crediti oltre 1 mld

3 IN. DI LETTURA

(Aggiunge dettagli)

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Banco Popolare ha archiviato i primi nove mesi dell'anno con una perdita netta di 122 milioni di euro da un utile di 165,4 milioni del corrisponendete periodo del 2013.

I risultati risentono in particolare dell'aumento delle rettifiche e dei maggiori costi straordinari legati al piano esuberi del personale, oltre che da un calo del margine di interesse.

Nei dettagli le rettifiche nette per deterioramento dei crediti verso la clientela sono pari a 1,06 miliardi, in aumento del 55,6% rispetto ai 684,6 milioni dell'anno scorso, con una contribuzione del terzo trimestre di 445,3 milioni.

Il costo del credito è su base annua pari a 158 punti base, in crescita rispetto ai 137 registrati nel primo semestre risentendo di un contesto economico ancora difficile e del calo del volume degli impieghi.

Il margine di interesse è pari a 1,17 miliardi circa, in calo del 7,1% rispetto al dato del corrispondente periodo dell'esercizio precedente.

Nel corso della conference call l'AD Pier Francesco Saviotti ha detto che "è stata avviata un'indagine approfondita sui risultati dell'AQR che si concluderanno in tempi utili per la formazione del bilancio di fine anno" e pertanto "eventuali impatti saranno registrati nel quarto trimestre".

Saviotti ha tuttavia specificato che dei 451 milioni di euro di aggiustamenti indicati dalla Bce in sede di Aqr per i campioni analizzati, 263 milioni di rettifiche si riferiscono a posizioni già contabilizzate a fine settembre e solamente 3,5 milioni sono riferibili a disallineamenti rispetto alle regole contabili esistenti.

Banco Popolare ha superato il comprehensive assessment della Bce e dell'Eba con un surplus di capitale di circa 1,18 miliardi, grazie anche alle misure di rafforzamento patrimoniale realizzato nel primo semestre dell'anno, in primo luogo l'aumento di capitale da 1,5 miliardi completato lo scorso aprile.

A fine settembre il CET1 'phased in' si attestava al 13,7% rispetto al 13,3% del 30 giugno, mentre pro-forma considerando gli effetti delle incorporazione di Banca Italaese (slittata nei primi mesi del 2015) il coefficiente è del 13,9%.

Il CET1 pro forma 'fully phased' è all'11,9% rispetto all'11,4% del 30 giugno.

Riduzione Organico in Anticipo Rispetto a Piano

Oltre alle uscite già registrate a fine settembre, e pari a 325 risorse, nel quarto trimestre la banca prevede uscite ulteriori di 265 risorse, per un totale annuo di 590 unità.

Nel biennio 2015-2016 son inoltre attese altre 430 uscite.

La banca fa sapere inoltre che intende procedere a una riduzione netta di 112 filiali entro la fine dell'esercizio corrente contro le 70 previste nel piano "per eliminare sovrapposizioni e migliorare il posizionamento competitivo riducendo i costi".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below