Prysmian, risultati giù in 9 mesi su Western Link, titolo sale

giovedì 6 novembre 2014 17:04
 

MILANO, 6 novembre (Reuters) - Prysmian archivia i primi nove mesi dell'anno con margini e utile in calo, risultati che risentono dei problemi nel progetto Western Link (WL). Il titolo reagisce ai risultati con un rialzo di circa 3%.

I ricavi, si legge in un comunicato del produttore di cavi, sono saliti, a livello organico, dello 0,2%, a 5,014 miliardi; escludendo l'impatto di WL la crescita sarebbe stata dell'1,7%.

L'Ebitda adjusted è calato del 19,8%, a 355 milioni; escludendo WL il calo sarebbe stato dello 0,9%.

L'utile netto adjusted ha registrato una flessione del 25,1%, a 134 milioni; l'utile netto non adjusted si è attestato a 135 milioni, in crescita rispetto ai 109 milioni di un anno prima.

La posizione finanziaria netta al 30 settembre scorso era pari a 1,292 miliardi.

Prysmian conferma la guidance sull'Ebitda adjusted a fine anno, che si attesterà nel range 506-556 milioni.

Il 9 settembre scorso, l'AD Valerio Battista aveva detto che l'andamento del business nel terzo trimestre era in linea con le previsioni sull'intero anno, "magari un po' tirati".

Secondo le stime di consensus, comunicate dall'azienda, nei nove mesi gli analisti prevedevano vendite pari a 5,016 miliardi, un Ebitda adjusted di 352 milioni e una posizione finanziaria netta di 1,252 miliardi.   Continua...