Credit Agricole, AD esclude acquisizioni banche in Italia o altrove

giovedì 6 novembre 2014 07:45
 

PARIGI, 6 novembre (Reuters) - Credit Agricole esclude di giocare alcun ruolo nel possibile scenario di acquisizioni atteso nel settore bancario italiano dopo i test della Bce che, in particolare, hanno evidenziato la debolezza di Mps, così come in altri paesi.

Lo ha detto l'AD dell'istituto francese, Jean-Paul Chifflet, nel corso della conference call sui risultati del terzo trimestre.

"Come gruppo Credit Agricole non stiamo effettuando alcuna crescita esterna in nessun paese, con l'eccezione di Amundi", la controllata nel risparmio gestito, ha detto Chifflet.

Credit Agricole ha chiuso il terzo trimnestre con un utile in crescita del 4% a 758 milioni di euro grazie alle forti performance nel settore assicurativo e del risparmio gestito a fronte del debole andamento nel mercato retail domestico.

Anche i ricavi sono cresciuti del 4% a 4 miliardi di euro.

Un sondaggio Thomson Reuters tra gli analisti stimava un utile netto di 697 milioni e ricavi di 4,01 miliardi di euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia