Fiat sotto pressione in borsa dopo profit warning Ford

martedì 30 settembre 2014 10:18
 

MILANO, 30 settembre (Reuters) - Seduta sotto pressione con volumi sostenuti per Fiat in borsa oggi dopo che Ford ha rivisto al ribasso le stime di utile lordo per l'esercizio a 6 miliardi di dollari rispetto ad una previsione precedente compresa tra 7 e 8 miliardi.

"Fiat è penalizzata dal profit warning di Ford mentre le novità sulle indagini Ue non hanno nessuno impatto", sottolinea un trader riferendosi alla pubblicazione, attesa per oggi, dei dettagli relativi alla decisione della Commissione Ue di indagare sul trattamento fiscale ricevuto da Fiat Finance and Trade in Lussemburgo.

La casa automobilistica statunitense, che ieri ha tenuto il primo investor day da quando Mark Fields ha sostituito Alan Mulally alla carica di amministratore delegato, ha attribuito il profit warning a perdite più pronunciate del previsto in Russia e America del Sud, oltre che ai maggiori oneri legati ai richiami di auto in Nordamerica.

"Fiat non ha una presenza significativa in Russia mentre potrebbe essere impattata negativamente dal rallentamento in Latam, Brasile in particolare, e dai richiami", osserva un primario broker italiano, ricordando che ieri il Center for Auto Safety statunitense ha chiesto l'apertura di un'indagine, su un numero di veicoli Chrysler stimato in 4,9 milioni, dagli "esiti ancora incerti".

Lo sprint delle quotazioni - che dai minimi dell'anno toccati a inizio agosto si è apprezzato di circa un quarto - hanno portato il titolo a riallineare i multipli di prezzo/utili a quelli dei concorrenti americani, come ricorda il broker.

Poco dopo le 10 Fiat scambia in ribasso dell'1,6% a 7,78 euro in un mercato che avanza di mezzo punto percentuale e a fronte di un settore europeo che arretra dell'1,2%. Volumi per 10,35 milioni di pezzi, poco lontano dalla media giornaliera su 30 giorni di 13,13 milioni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia