7 agosto 2014 / 17:59 / 3 anni fa

PUNTO 1-Pop Emilia, passa in utile in sem1, salgono coverage ratio

(Aggiunge dettagli da conference call, chiusura titolo)

di Andrea Mandalà

MILANO, 7 agosto (Reuters) - Popolare Emilia Romagna ha chiuso il primo semestre del 2014 con un utile netto di 42,5 milioni di euro rispetto al rosso di 19,9 milioni dell'anno scorso grazie ad un miglioramento della redditività operativa.

Il risultato netto, spiega la banca, salirebbe a 69 milioni al netto di componenti non ricorrenti legati, tra le altre cose, a maggiori imposte sul reddito sulla quota in Banca d'Italia e a rettifiche straordinarie su un portafoglio di crediti non core originato da reti terze pari a 27,4 milioni di euro.

Il Cet1 ratio a fine giugno si attesta al 10,43% (11,02% calcolato 'phased in'), inclusi gli effetti dell'aumento di capitale da 750 milioni concluso alla fine dello scorso mese, senza i benefici derivanti dalla validazione dei modelli interni.

Nel periodo sono state effettuate rettifiche su crediti per 416,8 milioni con un calo del 5,2%. Salgono le coperture sui crediti deteriorati e sulle sofferenze, in aumento rispettivamente al 39,4% (il più alto livello del 2009) e al 56,5%.

Sul fronte operativo il margine di interesse si attesta a 658,5 milioni, +3,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e sostanzialmente stabile su trimestre. In crescita anche l'attività di negoziazione mentre le commissioni nette sono stabili.

Per il secondo semestre la banca si attende di riuscire a confermare il livello di margine di interesse raggiunto nei primi sei mesi dell'anno con qualche possibilità di crescita.

"Supereremo la soglia di 1,3 miliardi che per noi rappresenta la base minima annua del nostro conto economico", ha detto l'AD Alessandro Vandelli nel corso della conference call.

LIVELLI DI COVERAGE ADEGUATI

Nel corso della call Vandelli ha inoltre sottolineato che i livelli di coverage ratio raggiunti alla fine del primo semestre siano adeguati e in linea con i target previsti e che intende mantenerli anche nei prossimi trimestri.

"Sulle coperture abbiamo fatto sforzi importanti e crediamo di avere raggiunto i livelli che ci eravamo prefissati", ha detto l'AD rassicurando gli analisti.

A Piazza Affari, dopo la diffusione dei risultati il titolo Bper ha registrato un forte scossone al ribasso, fino alla sospensione per eccesso di volatilità, con gli analisti preoccupati per la qualità del credito e per i timori legati alla necessità della banca di alzare ulterioremente i livelli di copertura.

Il titolo ha chiuso con un vistoso calo del 13,7% a 5,065 euro pur a fronte di un settore bancario debole.

Il costo del credito complessivo alla fine del semestre è pari a 92 pb (184 pb annualizzato), che scede a 86 bpal netto delle rettifiche one off (171 bps annualizzato).

Queste rettifiche straordinarie riguardano la cessione di un portafoglio di sofferenze relativo a mutui ipotecari residenziali collocati da una rete esterna ed ergoati prevalentemente tra il 2007 e il 2009 da Meliorbanca (incorporata nel 2012) per un ammontare nominale di circa 164 milioni.

"Abbiamo preferito avere un incasso certo e immediato", ha commentato Vandelli spiegando l'operazione di cessione che,o ltre a ridurre lo stock complessivo di sofferenze, si pone gli obiettivi di azzerare i costi di gestione e di funding.

FIDUCIA PER AQR E STRESS TEST

Grazie ai livelli di copertura e al coefficienti di capitale raggiunti con la ricapitalizzazione la banca guarda con fiducia agli esiti dell'asset quality review e degli stress test europei.

"Con questo coverage e il ratio raggiunto con l' aumento di capitale ci sentiamo molto sereni", ha detto Vandelli.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below