Banca Ifis, netto sem1 a 50,1 mln (+13,7%), vede cedola 2014 in aumento

lunedì 4 agosto 2014 12:12
 

MILANO, 4 agosto (Reuters) - Banca Ifis ha chiuso il primo semestre con un utile netto di 50,1 milioni con un incremento del 13,7% e ritiene di poter chiudere il 2014 con i risultati migliori della storia del gruppo e di proporre un dividendo in crescita con un payout di almeno il 35%.

"Riteniamo di poter continuare a migliorare nei settori tradizionali di presenza con marginalità ancora crescente nei trimestri a venire. In questo contesto di mercato, grazie alle forze messe in campo, ci aspettiamo che i risultati del 2014 siano i migliori della storia del gruppo. In presenza di una conferma di questo scenario, la banca ritiene di poter proporre la distribuzione ai propri azionisti di un dividendo per azione in crescita, sostenendo un payout non inferiore al 35% già distribuito per il 2013", afferma il Ceo Giovanni Bossi in una nota.

Il margine di intermediazione è cresciuto dell'8,5% a 143 milioni di euro grazie soprattutto al contributo derivante dal settore dei crediti commerciali che rappresentano il 55% del totale e hanno mostrato una crescita del 37% a 78,6 milioni.

Nel corso del semestre sono state effettuate rettifiche a fronte di crediti deteriorati per 21,2 milioni, in calo del 19,4% rispetto a un anno prima. Il costo del rischio di credito è quindi sceso a 204 da 349 di fine giugno 2013.

Il Core Tier 1 secondo Basilea 3 si attesta al 13,84%, mentre il Solvency al 14,16%.

Gli abbonati Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia