Snam,netto sem1 sale a 561 mln,commissariamento Italgas non significativo

mercoledì 30 luglio 2014 08:17
 

MILANO, 30 luglio (Reuters) - Snam ha chiuso il primo semestre con un utile netto di 561 milioni di euro, in crescita del 21,4% grazie alla riduzione degli oneri finanziari a seguito principalmente della contrazione del costo medio del debito dopo gli interventi di ottimizzazione della struttura finanziaria del gruppo, secondo un comunicato.

L'ebit si attesta a 1,044 miliardi, in salita del 2,4%, stabili i ricavi totali pari a 1,782 miliardi.

Il gas immesso nella rete di trasporto è sceso del 5% nel semestre a 32,78 miliardi di metri cubi. La flessione è attribuibile principalmente alla riduzione della domanda di gas naturale in Italia (-14,2% rispetto al primo semestre del 2013). Per l'intero anno la società proprietaria della gran parte dei gasdotti italiani vede una domanda di gas naturale in riduzione rispetto ai livelli del 2013 a seguito essenzialmente del calo dei consumi nel termoelettrico.

Quanto al commissariamento della controllata Italgas - deciso dal Tribunale di Palermo che ha messo sotto tutela giudiziaria la società e ha nominato quattro amministratori giudiziari per sei mesi nell'ambito di una indagine relativa a rapporti contrattuali con alcuni fornitori - Snam dice che, "allo stato attuale", il potenziale impatto del provvedimento sul patrimonio netto consolidato e sulla posizione finanziaria netta consolidata nonché sulla continuità aziendale di Snam e del gruppo nella sua interezza, è valutato "non significativo" anche con riferimento ai covenants che assistono una parte dell'indebitamento.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia