UniCredit, attività Cee e Russia vanno bene - Ghizzoni a stampa

venerdì 20 giugno 2014 09:59
 

VIENNA, 20 giugno (Reuters) - UniCredit sta facendo meglio dei propri obiettivi in Europa centrale e orientale mentre, in Russia, le attività procedono in modo regolare nonostante le tensioni del paese con l'Occidente sulla questione dell'Ucraina.

Lo ha detto il Ceo Federico Ghizzoni in un'intervista al quotidiano austriaco Der Standard, pubblicata oggi.

"L'attività in Europa centrale e orientale nel 2014 sta andando meglio del previsto", ha detto Ghizzoni.

"In Russia il business sta andando ancora bene", ha aggiunto.

Il banchiere ha spiegato che le trattative per la vendita degli asset in Ucraina, che completerebbe il processo di ristrutturazione in Europa centrale e orientale, sono ancora in corso.

"Abbiamo ancora avviamenti in Polonia, Germania o (il business dell'asset management) Pioneer. Non vedo alcun bisogno in questo momento di svalutarli. Il nostro avviamento è a livello pre-crisi", ha detto.

Alla domanda sull'obiettivo di un utile di 2 miliardi nel 2014 e se quest'anno l'istituto farà profitti in Italia, Ghizzoni ha risposto: "Sì, non abbiamo cambiato le nostre previsioni di utile, nonostante la nuova imposta sulla rivalutazione della quota in Banca d'Italia che ci costerà circa 200 milioni di euro".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia