Intesa SP batte attese con netto trim1, accantonamenti poco sopra 1 mld

giovedì 15 maggio 2014 13:57
 

MILANO, 15 maggio (Reuters) - Intesa Sanpaolo ha chiuso il primo trimestre con un utile netto di 503 milioni di euro, il più elevato degli ultimi otto trimestri, con un incremento del 64,4% rispetto a un anno prima.

Il dato è superiore alle attese raccolte da Reuters con otto analisti che indicavano un utile netto di 323 milioni.

Il trimestre ha visto accantonamenti su rischi creditizi per 1,077 miliardi, in netto calo rispetto al quarto trimestre 2013.

Il livello di copertura dei crediti deteriorati sale al 46,7% a fine marzo dal 46% di fine 2013, mentre quello delle sofferenze sale al 62,9% dal 62,5%.

Nel trimestre i flussi di crediti deteriorati provenienti da crediti in bonis sono scesi a 1,5 miliardi (-58% rispetto al trimestre precedente).

Dal punto di vista patrimoniale il Common Equity ratio secondo Basilea 3 a regime è al 12,6% ed è equivalente a 9 miliardi di euro di capitale in eccesso e a circa 12 miliardi di buffer di capitale per l'Aqr senza tener conto del beneficio derivante dalla rivalutazione della quota in Banca d'Italia.

I proventi operativi netti si sono attestati a 4,1 miliardi in linea con un anno prima ma in aumento del 4,5% sul quarto trimestre. In particolare gli interessi netti hanno registrato una ripresa sia su base annua sia su base trimestrale.

Il titolo cede alle 13,55 il 2,98% a 2,276 euro ma ha ridotto le perdite dopo l'annuncio della trimestrale. In mattinata era arrivato a perdere fino al 4% circa.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia