UniCredit, netto trim1 sopra attese a 712 mln, calano crediti deteriorati

lunedì 12 maggio 2014 14:24
 

MILANO, 12 maggio (Reuters) - UniCredit batte le attese nel primo trimestre con un utile netto di 712 milioni di euro in crescita del 58,8% rispetto a un anno prima. Il Rote si attesta al 7%.

Un consensus riportato sul sito web della banca con 23 analisti indicava un utile netto di 550 milioni.

Riferito alla 'core bank', l'utile netto sale a 1 miliardo di euro, dice una nota.

Per la prima volta dall'inizio della crisi si registra un calo dei crediti deteriorati lordi per 1,1 miliardi (-1,3% rispetto al precedente trimestre), con un tasso di copertura confermato al 52,4%. La riduzione del portafoglio 'non core' "procede in modo soddisfacente" con crediti lordi in calo a 83,6 miliardi (-2 miliardi rispetto al trimestre precedente).

Dal punto di vista patrimoniale il CET1 secondo Basilea "fully loaded" si attesta al 9,5%.

Nel comunicato il Ceo Federico Ghizzoni afferma che "l'obiettivo di utile netto intorno a 2 miliardi è più vicino".

Per ciò che riguarda FinecoBank, prossima allo sbarco in borsa, il primo trimestre ha visto vendite nette per 1,1 miliardi (+72% rispetto al quarto trimestre) e un utile netto di 37 milioni (+37% su trimestre).

Dopo la pubblicazione dei risultati il titolo in borsa, già in rialzo di quasi il 2%, ha ampliato i guadagni segnando i massimi di seduta a 6,415 euro con un progresso di circa tre punti percentuali. Il FTSE Mib avanza dell'1%.

  Continua...