Rcs, posizione finanziaria netta a 31 marzo negativa per 521 milioni

martedì 6 maggio 2014 10:14
 

MILANO, 6 maggio (Reuters) - Nel giorno delle assemblee degli azionisti di risparmio per deliberare la proposta di conversione in ordinarie, Rcs rende noto, su richiesta Consob, che la posizione finanziaria netta al 31 marzo è negativa per 521 milioni.

I dati definitivi sul primo trimestre saranno approvati dal Cda il 14 maggio. Rispetto al primo trimestre del 2013, il flusso di cassa è migliorato di circa 11 milioni, dice la nota.

Rcs informa anche che il contratto di finanziamento "non prevede covenant che possano dare luogo a una situazione di default fino alla fine del 2014"; a tale data trova applicazione un unico covenant rappresentato dall'indebitamento finanziario netto inferiore o uguale a 470 milioni. "Si ricorda che nella seconda parte dell'anno sono previsti flussi di cassa positivi in ragione dei quali pertanto l'obiettivo di ridurre l'indebitamento rispetto al 31 dicembre 2013 rimane confermato".

Rispetto alle previsioni formulate nell'ambito del piano 2013-2015, "si registra nel primo trimestre 2014 un andamento migliorativo in termini di Ebitda ante oneri non ricorrenti rispetto all'esercizio precedente e in linea con gli obiettivi di Ebitda ante oneri non ricorrenti, debito e investimenti per l'anno 2014 comunicati in occasione dell'Investor Day" del 12 marzo.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia