PUNTO 1-Prelios, perdita 2013 a 332,8 mln, vede fabbisogno cassa da trim3

mercoledì 9 aprile 2014 19:59
 

(Aggiunge dettagli da nota)

MILANO, 9 aprile (Reuters) - Prelios ha archiviato il 2013 con una perdita netta di oltre 300 milioni legata soprattutto a poste straordinarie, portando così al verificarsi dei presupporti per la conversione del prestito convertendo sottoscritto da Pirelli e dalle banche finanziatrici, e prevede che a partire dal terzo trimestre 2014 possa aver un "contenuto e marginale" fabbisogno di cassa.

E' quanto si legge in una nota della società, dove inoltre si annuncia il raggiungimento di un accordo per un momerandum of understanding con Fortress.

Nel dettaglio il gruppo ha registrato nel 2013 una perdita netta di 332,8 milioni dal rosso di 241,7 milioni di un anno prima. Alla perdita ha contribuito la dismissione del portafoglio residenziale tedesco (Dgag), che ha inciso negativamente sul risultato per 142,6 milioni; gli oneri di ristrutturazione, che hanno pesato per 42,6 milioni; gli impairment e le svalutazioni immobiliari, che hanno inciso per 111,1 milioni.

I ricavi della piattaforma di gestione sono scesi a 68,6 milioni dai 79,8 milioni di un anno prima. L'Ebit è risultato negativo per 28,1 milioni dai -18,9 milioni del 2012.

La società avvisa inoltre che a partire dal terzo trimestre potrebbe avere un certo fabbisogno di cassa.

"Gli amministratori confidano - sulla base dei rapporti intercorsi - nella disponibilità da parte dei principali finanziatori a far fronte al fabbisogno finanziario della società mediante operazioni che supportino l'attuale struttura finanziaria, in modo da consentire al gruppo Prelios di operare in una situazione di continuità aziendale con nuove prospettive di crescita e sviluppo", spiega il comunicato.

I risultati presentati da Prelios hanno fatto scattare i presupposti per la conversione automatica del prestito obbligazionario convertendo da 233,5 milioni e la conseguente esecuzione dell'aumento di capitale sociale a servizio esclusivo della conversione da 258,4 milioni di euro. Il prestito conertendo era stato sottoscritto per gran parte da Pirelli e dalle banche finanziatrici, in primis Unicredit e Intesa Sanpaolo.

I risultati di Prelios hano fatto emergere una perdita superiore al terzo del capitale sociale, configurandosi pertanto la fattispecie prevista dall'articolo 2446 del codice civile. A questo proposito l'assemblea, che sarà convocata tra il 20 maggio e il 20 giugno, dovrà prendere una decisione.   Continua...