PUNTO 1-Piaggio, perdita netta 2013 per oneri non ricorrenti, azioni in calo

giovedì 20 marzo 2014 12:49
 

(Aggiunge nuovi elementi da nota, commento analista)

MILANO, 20 marzo (Reuters) - Piaggio registra nel 2013 una perdita netta di 6,5 milioni, dopo oneri non ricorrenti legati a una transazione con l'agenzia delle entrate sugli anni 2009, 2010 e 2011, una contrazione dei ricavi ed Ebitda margin in lieve calo.

Il titolo, in rialzo dell'1,5% circa prima dei dati, alle 12,50 cala dello 0,4% a 2,5480 euro.

"Abbiamo numeri deboli, in parte come atteso dal mercato", dice un analista. "Poi c'è questo onere fiscale che crea qualche preoccupazione, dovremo cercare di capire quale sono le prospettive anche in termini di tax rate".

Nel primo pomeriggio ci sarà la presentazione del piano industriale 2014-17 e si terrà l'oincontro con gli analisti.

Il risultato netto adjusted, senza gli oneri fiscali, è positivo per 18,1 mln da 42,1 mln del 2012.

I rilievi dell'agenzia delle entrate riguardano il "transfer pricing relativo prevalentemente ai servizi infragruppo erogati nei confronti di subsidiary localizzate in Paesi a fiscalità ordinaria", dice la nota. "Nessuna sanzione è stata applicata" a Piaggio, a conferma "della correttezza e trasparenza dell'operato del gruppo".

I ricavi di Piaggio nel 2013 si attestano a 1,212 mld da 1,406, l'ebitda a 146,8 da 176,2 milioni, con un rapporto sul fatturato al 12,1% dal 12,5%.

Ha inoltre registrato un calo dei volumi a 555.600 veicoli da 615.500 del 2012 a causa del netto ribasso in Europa, del lieve calo nell'area Asia Pacifico e dopo un dato positivo (+3,8%) dall'India. Negli Usa rialzo del 10,4%.   Continua...