PUNTO 1-Pop Vicenza, perdita netta 2013 a 28,2 mln dopo raddoppio rettifiche - DG

martedì 18 marzo 2014 20:00
 

(Aggiunge contesto)

MILANO, 18 marzo (Reuters) - Banca Popolare Vicenza ha chiuso il 2013 con una perdita netta di 28,2 milioni da un utile netto di 100,3 milioni del 2012 penalizzato da forti rettifiche su crediti, raddoppiati a 432,4 mlilioni di euro.

Il bilancio dell'istituto vede un miglioramento degli indicatori della gestione operativa, in utile per 429 milioni di euro (+14,6%) dopo ricavi in progresso del 3,8% a 1,086 miliardi, conferma una nota.

La rigorosa politica degli accantonamenti effettuata dall'istituto - tra le 15 banche italiane sottoposte agli asset quality riview della Bce - ha portato ad una crescita del costo del credito a 1,44% dallo 0,71% del 2012 ed un miglioramento dei livelli di copertura dei crediti deteriorati.

"Coerenti con la rigorosa politica di bilancio e in vista del cruciale ingresso all'interno del sistema bancario europeo, abbiamo preferito essere molto prudenti nelle valutazioni dei risultati per il 2013 con rilevanti accantonamenti sui crediti deteriorati", ha spiegato il presidente Gianni Zonin.

Per il direttore generale, Samuele Sorato, a fronte di ottimi risultati della gestione "abbiamo preferito applicare una politica estremamente rigorosa di accantonamentoi su crediiti che ha portato ad un loro raddoppio rispetto al 2012. Questo ci consente di migliorare la qualità degli attivi e di affrontare con più sicurezza l'attuale fase economica del nostro Paese, che sembra mostrare i primi segnali di ripresa".

Sotto il profilo patrimoniale il Core Tier1 a fine 2013 è pari al 9,21% dall'8,23% del 2012 e per il 2014.

L'obiettivo per il 2014, dopo l'aumento da 1 miliardo annunciato il mese scorso, è di arrivare ad un Common Equity Tier 1 oltre il 12%, ha confermato Sorato nel corso della conference call.

  Continua...