Azimut, utile netto scende a 155,7 mln, alza dividendo a 0,7 euro

giovedì 6 marzo 2014 15:16
 

MILANO, 6 marzo (Reuters) - Azimut ha archiviato lo scorso esercizio con un utile netto in leggera flessione a 155,7 milioni da 160,7 milioni del 2012, un risultato che risente dell'impatto dell'addizionale Ires dell'8,5% sugli utili degli intermediari finanziari italiani del gruppo, ma che è superiore ai consensus.

I ricavi consolidati si sono attestati a 472,1 milioni, in aumento rispetto ai 433,6 milioni del 2012, un numero superiore alle stime SmartEstimates elaborate con il contributo di otto analisti ricavi (455,2 milioni).

Il gruppo indipendente di asset management ha rivisto al rialzo il dividendo a 0,7 da 0,55 euro. Alla componente ordinaria, pari a 0,10 euro, si somma un dividendo aggiuntivo per 0,60 euro, con data stacco cedola 19 maggio 2014.

La posizione finanziaria netta consolidata a fine dicembre risulta positiva per 363,5 milioni.

Il titolo ha toccato i massimi storici oggi prima della pubblicazione dei risultati, raggiungendo i 26 euro. Poco dopo le 15 guadagna un abbondante punto percentuale in un mercato che segna un progresso dello 0,6%.

Per il testo integrale del comunicato diffuso dalla società, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...