Telefonica, ricavi 2013 in calo dell'8,5%, pesano valute America Latina

giovedì 27 febbraio 2014 09:59
 

MADRID, 27 febbraio (Reuters) - Telefonica ha subito un calo dell'8,5% dei ricavi nel 2013, condizionato dall'indebolimento delle valute in America Latina e dal rallentamento delle vendite in Europa, anche se le attività di gestione mostrano qualche segno di ripresa.

Poco mosso il titolo in apertura. Intorno alle 9,20 cede lo 0,04% in un mercato in calo dello 0,2%.

Il gruppo spagnolo, che ha portato avanti negli ultimi due anni una serie di dismissioni per ridurre il debito e rafforzare la struttura finanziaria, ha detto che il debito netto si è attestato a 45,38 miliardi, superando l'obiettivo di tenerlo sotto i 47 miliardi entro fine anno.

L'obiettivo per il 2014 è ora portarlo sotto i 43 miliardi insieme all'impegno di aumentare gli investimenti nelle nuove reti; alzato al 15,5-16% l'obiettivo di un raporto CapEx/Ricavi a fronte del 14,5% realtivo al 2013.

I ricavi sono scesi l'anno scorso a 57,06 miliardi, sopra le stime elaborate da Reuters di 56,99 miliardi, mentre il margine operativo (OIBDA) è diminuito del 10,1% a 19,08 miliardi, anche in questo caso meglio dei 18,96 miliardi attesi dagli analisti.

Le attività in America Latina, che contano per il 51% delle vendite, sono cresciute del 9,6%, ma il calo delle valute in Brasile, Argentina e Venezuela hanno sottratto 7,5 punti percentuali alla crescita di ricavi e margine operativo, ha detto Telefonica.

In crescita del 9,3% i ricavi legati al traffico dati sul mobile, mentre sono scesi dell'8,6% i ricavi in Europa, dove la guerra dei prezzi nel mercato domestico spagnolo ha eroso i margini e messo sotto pressione l'utile.

I ricavi dalle attività ordinarie (underlying) sono comunque saliti dello 0,7% nel 2013 con un'accelerazione nell'ultimo trimestre, mentre l'utile netto è balzato del 16,9% a 4,59 miliardi dopo le pesanti svalutazioni operate nel 2012 sugli asset italiani e irlandesi.

Telefonica ha lasciato invariato il dividendo a 0,75 euro per azioni che pagherà parte in azioni, parte cash.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia