Prysmian, Ebitda adj 2013 -5,5%, dividendo stabile, scende debito

martedì 25 febbraio 2014 16:23
 

MILANO, 25 febbraio (Reuters) - Prysmian archivia il 2013 con margini in calo e conferma il dividendo dell'anno precedente.

I ricavi, si legge in un comunicato, hanno registrato una flessione organica del 3,1%, a 7,273 miliardi di euro, mentre l'Ebitda adjusted è sceso del 5,5%, a 612 milioni, impattato negativamente per 23 milioni dall'effetto cambi. La guidance del gruppo guidato da Valerio Battista sull'Ebitda adjusted si attestava a 600-650 milioni.

Peraltro, nel corso della conference call di presentazione dei risultati dei primi nove mesi l'AD aveva anticipato che l'Ebitda adjusted si sarebbe attestato nella parte bassa della forchetta indicativa.

L'utile netto adjusted è calato del 4,3%, a 268 milioni. Il Cda proporrà all'assemblea la distribuzione di un dividendo di 0,42 euro per azione, rispetto all'esercizio precedente.

L'indebitamento finanziario netto è sceso a 834 milioni, rispetto agli 1,246 miliardi al 30 settembre scorso.

Un consensus di analisti raccolto dalla società indicava vendite pari a 7,295 miliardi di euro, un Ebitda adjusted di 611 milioni, un Ebit adjusted di 454 milioni, un utile netto adjusted di 246 milioni e un indebitamento netto di 905 milioni.

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia