February 21, 2014 / 1:12 PM / 3 years ago

PUNTO 2-Saras, rosso trim4 a 33,4 mln, pesa raffinazione, miglioramento in 2014

3 IN. DI LETTURA

* Scaffardi: Entro estate si saprà di più su Jv con Rosneft

* In Borsa titolo positivo, chiude in crescita dello 0,98% (Aggiunge dichiarazioni manager da call)

MILANO, 21 febbraio (Reuters) - Saras chiude il quarto trimestre con un risultato netto in rosso per 33,4 milioni di euro, che sale a -271,1 milioni per l'intero anno, secondo una comunicato che riporta i risultati preliminari del 2013.

A pesare sulla redditività il peggioramento dei margini di raffinazione nel 2013 che ha influito sui risultati del segmento Raffinazione.

L'ebitda comparabile nel trimestre è positivo per 64,4 milioni rispetto ad un consensus fornito dalla società di 21 milioni. Nel quarto trimestre i ricavi sono stabili a 2,9 miliardi e pari a 11,23 miliardi per l'intero anno (-6%).

La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2013 è risultata pari a -8 milioni, in deciso miglioramento rispetto alla posizione di inizio anno (-218 milioni).

"Siamo contenti dei risultati dell'ultimo trimestre perché le condizioni di mercato erano molto sfidanti. E siamo convinti che questo miglioramento sia sostenibile, anche se nel complesso l'anno è stato molto deludente e difficile", ha detto il Cfo Corrado Costanzo nell call con gli analisti.

Quanto all'andamento del 2014, la società prevede un graduale miglioramento dei margini di raffinazione, anche per effetto dell'attesa distensione delle tensioni in Libia ed Iran e della progressiva ripresa del ciclo economico e dei consumi petroliferi.

Secondo Dario Scaffardi, executive vicepresident and general manager, "la riduzione del debito a zero è un risultato straordinario".

In merito al progetto della jv commerciale tra Saras e Rosneft - quest'ultima detiene il 21% del capitale di Saras - il recente annuncio dei russi circa l'intenzione di voler acquisire il business di Morgan Stanley dedicato alle attività di trading in ambito petrolifero rinforza ulteriormente i programmi di sviluppo delle attività commerciali ed offre nuove prospettive, sottolinea il gruppo.

Scaffardi ha sottolineato che "entrambe le società sono impegnate ad andare avanti, forse dobbiamo aspettare un po' come si sviluppa questa acquisizione fatta da Rosneft delle attività di Morgan Stanley. Credo che bisognerà attendere fino all'estate per avere una maggiore chiarezza su cosa feremo insieme".

A Piazza Affari il titolo si è rafforzato dopo i dati e ha chiuso la seduta in crescita dell'1% circa a 1,13 euro.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below