2 gennaio 2014 / 18:08 / 4 anni fa

PUNTO 1-Auto Italia, immatricolazioni dicembre +1,4%, Fiat in calo

(accorpa take, aggiunge dettagli)

MILANO, 2 gennaio (Reuters) - Dopo ventisette mesi all'insegna del segno meno, le immatricolazioni di auto in Italia segnano per la prima volta un timido rialzo a dicembre.

I dati diffusi oggi dal Ministero dei Trasporti hanno infatti mostrato come le vendite di auto in Italia a dicembre siano cresciute dell'1,4% rispetto allo stesso periodo del 2012, a 88.705 veicoli. L'ultimo rialzo mensile risaliva all'agosto 2011.

Il bilancio del 2013 resta tuttavia negativo: l'anno si chiude infatti con un calo del 7,09% a 1.303.534 unità.

In controtendenza il gruppo Fiat che a dicembre ha mostrato ancora una volta una contrazione delle immatricolazioni, pur difendendo la propria quota di mercato. A dicembre il gruppo, che oggi ha festeggiato in borsa l'accordo con Veba per salire al 100% di Chrysler, ha infatti registrato un calo delle immatricolazioni del 2,6%, con una quota di mercato al 27,97% (dal 27,19% di novembre).

Per quanto riguarda l'intero 2013, il gruppo Fiat ha registrato un calo delle vendite del 9,9% rispetto al 2012, a 373.773 unità, con una quota di mercato che scende al 28,67% dal 29,58% dell'anno prima.

POSITIVI ANCHE GLI ORDINI A DICEMBRE

Positivi anche i dati sulla raccolta di ordini di auto nuove in Italia, che il mese scorso si è attestata a circa 106.000 contratti, in aumento del 7% rispetto al dicembre 2012. Anche in questo caso però il totale del 2013 è negativo, con circa 1,308 milioni di prenotazioni, in flessione del 4%, dice una nota Unrae.

RIPRESA O INVERSIONE DETTATA DA FATTORI TECNICI?

Il centro studi Promotor legge nel dato di dicembre un "inizio di inversione di tendenza", rafforzata dai risultati emersi dall'indagine congiunturale sul mercato dell'auto: la quota di concessionari che hanno previsto domanda stabile o in aumento a tre-quattro mesi è passata dal 42% di giugno al 62% di settembre e in dicembre si attesta all'82%.

Più scettica l'Unrae che nell'aumento delle immatricolazioni di dicembre vede un'inversione tecnica più che una vera ripresa.

"L'ultimo mese dell'anno chiude con un leggero segno positivo (+1,4%) dopo 42 mesi di difficoltà ma potrebbe trattarsi di un'inversione tecnica legata ad un giorno lavorativo in più e ad un confronto con un dicembre 2012 molto pesante(-22%)", dice in una nota il presidente Unrae, Massimo Nordio.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below