Nestlè, crescita organica nove mesi inferiore ad attese

giovedì 17 ottobre 2013 09:08
 

VEVEY (Svizzera), 17 ottobre (Reuters) - La debole domanda nei mercati emergenti e la discesa dei prezzi in Europa ha portato al rallentamento della crescita organica delle vendite di Nestlè, che nei primi nove mesi si è fermata a +4,4% dal +6,1% dello stesso periodo del 2012.

Gli analisti si aspettavano che la crescita accelerasse passando a +4,5%, rispetto al +4,1% del primo semestre dell'anno.

Le vendite del maggior gruppo alimentare a livello mondiale sono cresciute a 68,4 miliardi di franchi svizzeri (76,48 miliardi di dollari), sotto il consensus Reuters di 69,3 miliardi di franchi.

Nestlé e altri suoi competitor come Danone e Unilever si trovano ad affrontare la debole domanda di un'Europa colpita dalle misure di austerità e un marcato rallentamento dei paesi emergenti, dove la crescita a doppia cifra sembra un luontano ricordo.

"Ci aspettiamo che il nostro momentum di recupero ci permetta di raggiungere una crescita organica del 5% per l'intero anno", ha spiegato il gruppo in una nota, confermando la guidance data ad agosto, quando l'aveva rivista al ribasso dal precedente obiettivo di +5-6%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia