UniCredit, piani fatti per essere aggiornati con scenario macro-Ceo

giovedì 10 ottobre 2013 14:16
 

MILANO, 10 ottobre (Reuters) - UniCredit si sta muovendo su tanti parametri in linea con il piano industriale, annunciato a fine 2011, o anche più velocemente ma i piani sono fatti per essere aggiornati di volta in volta in base allo scenario macro.

Così ha risposto il Ceo Federico Ghizzoni in merito a un articolo del Financial Times di ieri che citando un banker londinese faceva notare che negli ultimi dieci anni nessuna banca italiana ha centrato i target dei piani industriali.

"Noi abbiamo fatto un piano due o tre anni fa e su molti parametri lo stiamo rispettando o siamo anche avanti. Ad esempio sul taglio dei costi abbiamo già raggiunto oggi l'obiettivo che era al 2015", ha spiegato Ghizzoni a margine di un evento.

"E' indubitabile che c'è un discorso di profittabilità inferiore perché nel piano non si può prevedere un 5% di decrescita del pil in soli due anni e mezzo. Però fondamentalmente noi siamo in linea con il piano dal punto di vista organizzativo, del taglio dei costi e dello sviluppo commerciale. Anzi, sui ricavi in certe aree andiamo anche meglio", ha proseguito.

"I piani sono fatti per essere aggiornati di volta in volta in base allo scenario macro", ha concluso Ghizzoni facendo notare come "in questo momento Londra e le piazze finanziarie stanno acquistando titoli italiani".

"Quindi vuol dire che un po' di credibilità ce l'abbiamo", ha affermato.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia