Buyout, via iter cessione Arena (costumi), 4-6 mesi per closing - fonte

venerdì 4 ottobre 2013 17:16
 

MILANO, 4 ottobre (Reuters) - I costumi da bagno Arena potrebbero passare di mano nell'arco di qualche mese.

E' quanto dice a Reuters una fonte vicina al dossier, confermando le anticipazioni pubblicate dal settimanale Il Mondo.

"C'è una procedura ancora in fase preliminare", spiega la fonte. "L'advisor è Lincoln International, scelto ad agosto dopo un beauty contest. Ma non sono ancora stati inviati gli information memorandum".

A vendere è Riverside, operatore di private equity (asset in gestione per 3,5 miliardi di dollari) a cui fa capo il 95% del capitale. Il restante 5% è in mano al presidente e amministratore delegato, Cristiano Portas.

Riverside ha comprato Arena tre anni fa e, secondo la fonte, "non aveva intenzione di aprire la procedura, ma è stata sollecitata da diverse offerte, e forse è un buon momento per vendere". Il ritrovato fermento nell'industria del private equity, insomma, sarebbe alla base della decisione di Riverside.

Per quanto riguarda la tempistica del deal, "l'orizzonte dovrebbe essere di 4-6 mesi", argomenta la fonte, "ma dipenderà dalla tensione competitiva. Potrebbe anche chiudersi entro la fine dell'anno, ma più ragionevolmente entro il primo trimestre del 2014".

La procedura, secondo la fonte, dovrebbe prevedere una selezione di un gruppo ristretto di interlocutori, finanziari e strategici, con cui portare avanti le trattative.

Tra i potenziali compratori industriali i nomi più gettonati sono quelli di Speedo, Nike, Adidas e Tribord.

Per quanto riguarda il controvalore del deal, Il Mondo oggi ipotizza un enterprise value di circa 200 milioni di euro.

Arena ha chiuso il 2012 con ricavi pari a 88,6 milioni e un Ebitda margin del 18%. Il piano industriale prevede di arrivare a un fatturato di 120-130 milioni entro il 2017, alzando l'Ebitda margin al 24%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia