Bpm, fiducia su appoggio soci per riforma governance - Bonomi

mercoledì 28 agosto 2013 09:52
 

MILANO, 28 agosto (Reuters) - Il presidente del consiglio di gestione di Pop Milano Andrea Bonomi è fiducioso che la riforma della governance potrà avere l'appoggio di tutti i soggetti in gioco che anteporranno l'interesse della banca agli interessi specifici.

"L'evoluzione della governance è ripartita ieri dopo il consiglio di gestione e durerà per i prossimi due mesi", ha detto Bonomi illustrando, nel corso della conference call sulla semestrale, i prossimi passi dell'istituto.

"Sono abbastanza tranquillo che tutti gli stakeholder stanno approcciando questa evoluzione della governance guardando il bene della banca e non gli interessi specifici", ha aggiunto, ricordando l'invito della Banca d'Italia, dopo un'ispezione durata oltre 200 giorni, a riprendere il confronto sulla riforma della governance.

"La Vigilanza garantisce che indietro non si torna. Credo che troveremo la quadra con gli interessi interni della banca", ha proseguito.

La tabella di marcia della banca prevede come primo passo le risposte ai rilievi della Banca d'Italia entro il 23 settembre e successivamente, entro fine ottobre, l'aggiornamento del piano industriale.

Questo sarà elaborato per tenere conto del nuovo scenario di mercato e includerà, oltre alle osservazioni della Banca d'Italia anche "l'evoluzione della governance che per noi è strategica e parte integrante del lavoro che bisogna fare in questa banca".

Il terzo passo riguarderà l'assemblea dei soci per la modifica della governance prima di procedere con l'aumento di capitale da 500 milioni già approvato dall'assemblea e inizialmente previsto per settembre.

(Andrea Mandalà)   Continua...