Cariparma, netto sem1 a 85 mln, crescono accantonamenti

martedì 6 agosto 2013 09:23
 

MILANO, 6 agosto (Reuters) - Il gruppo Cariparma, che fa capo a Credit Agricole, ha chiuso il primo semestre con un utile netto di 85 miloni di euro, in calo del 9% rispetto al dato di giugno 2012 al netto della plusvalenza di CA Vita.

Il risultato netto comprende benefici fiscali per 36 milioni dovuti al riallinemento dei valori fiscali derivanti dalle operazioni di conferimento avvenute negli scorsi esercizi, dice una nota.

Accanto ai buoni risultati della gestione operativa (312 milioni di euro, +14% su base annua) grazie alla crescita delle commissioni e al contenimento dei costi, l'istituto ha rafforzato gli accantonamenti prudenziali su crediti (202 milioni nel semestre da 155 milioni dello stesso periodo 2012), riflettendo la politica di copertura in linea con quanto già effettuato a fine 2012.

Il costo del credito si stabilizza nel secondo trimestre rispetto al primo e si attesta a 100 milioni.

Sul fronte patrimoniale a giugno il Core Tier 1 si attesta al 9,3% e il Tier Total al 12,5%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia