PUNTO 2-Pirelli, trimestre in linea, target 2013 su parte bassa range

lunedì 5 agosto 2013 19:40
 

(Aggiunge Tronchetti su margini ed Egitto)

MILANO, 5 agosto (Reuters) - Pirelli chiude il trimestre con risultati in linea con le attese, porta gli obiettivi su ricavi ed Ebit nella parte bassa del range precedente e conferma quelli su flussi di cassa, investimenti e debito.

Lo dice una nota della società, precisando che i ricavi del secondo trimestre si attestano a 1.594,8 miliardi, l'utile netto a 78 milioni e l'Ebit a 200,9 milioni.

Le stime di consensus pubblicate sul sito della società indicano: fatturato del secondo trimestre a 1,540 miliardi di euro, Ebitda a 253 milioni, Ebit a 195 milioni, utile netto a 77 milioni, debito netto a 1,8 miliardi.

Per il 2013 il gruppo prevede Ebit a 810 milioni e ricavi a 6,3-6,35 miliardi.

Il presidente del gruppo Marco Tronchetti Provera, nella conference call sui risultati, ha detto che i margini industriali del gruppo sono sostenibili il futuro, grazie anche all'esposizione in Sudamerica e ai prodotti innovativi.

I target 2013, indicati a fine 2012 e confermati con i numeri del primo trimestre, prevedevano: ricavi a 6,3-6,4 miliardi, Ebit a 810-850 milioni, investimenti per 400 milioni, generazione di cassa prima dei dividendi superiore a 200 milioni, debito netto, prima della riclassifica del credito Prelios, inferiore a 1,2 miliardi.

Il ritocco al ribasso dei target operativi si verifica nonostante un miglioramento dell'andamento previsto in termini di volumi, che cresceranno del 5,5-6,5%, dal 3-4% della precedente previsione. A peggiorare sono il price mix, che incorpora un effetto positivo del 3,5-4%, dal 4-5% e i cambi, che avranno un impatto negativo di 60 milioni, rispetto ai 40 milioni precedenti.

Il gruppo non ha intenzione di lasciare l'Egitto, ha detto Tronchetti Provera.   Continua...