Intesa Sanpaolo, netto trim2 scende a 116 mln, 'costo opportunità' 390 mln

venerdì 2 agosto 2013 14:01
 

MILANO, 2 agosto (Reuters) - Intesa Sanpaolo ha chiuso il secondo trimestre 2013 con un utile netto di 116 milioni rispetto ai 470 milioni dello stesso periodo del 2012.

Se si escludono le principali componenti non ricorrenti, l'utile netto normalizzato nel secondo trimestre è pari a 268 milioni di euro.

L'utile netto complessivo del semestre è di 422 milioni rispetti a 1,27 miliardi del primo semestre dell'anno scorso.

I risultati risentono "di una politica particolarmente rigorosa e prudenziale di ulteriore rafforzamento dello stato patrimoniale già solido, con un conseguente significativo 'costo opportunità' che penalizza la redditività nel breve periodo", spiega una nota.

In particolare pesa l'ulteriore rafforzamento degli accantonamenti, anche in vista della verifica della qualità degli attivi e dello stress test che verranno condotti prossimamente sulle banche europee, aggiunge l'istituto.

Il 'costo opportunità' è pari a 390 milioni nel trimestre.

Gli accantonamenti e le rettifiche di valore nette complessive sono pari a 1,58 miliardi circa.

I proventi operativi netti sono scesi nel secondo trimestre dell'1,1% rispetto all'anno scorso a 4,086 miliardi

Sul fronte patrimoniale il Core Tier 1 a fine giugno si attesta a 11,7%, mentre calcolato pro forma è al 10,8%.   Continua...