Cdp, piano 2013-2015 mobilita risorse fino a 95 mld, 4 per debiti Pa

giovedì 1 agosto 2013 10:27
 

ROMA, 1 agosto (Reuters) - Il piano industriale 2013-2015 della Cassa depositi e prestiti prevede l'impiego di risorse fino a 80 miliardi che possono salire anche a 95 miliardi, secondo le linee guida approvate oggi dal consiglio di amministrazione.

Una nota della holding controllata dal Tesoro e dalle Fondazioni di origine bancaria spiega che circa 80 miliardi saranno mobilitati "a favore dei segmenti enti pubblici e territorio, infrastrutture e imprese".

Gli ulteriori 15 miliardi di euro, dice Cdp, "potranno essere immessi nell'economia attraverso specifici interventi finalizzati all'allargamento del perimetro di attività del gruppo, in analogia con quanto fatto in altri Paesi europei".

Tra i possibili nuovi settori di intervento, Cdp annuncia un plafond di circa 4 miliardi per il pagamento ulteriore dei debiti commerciali della Pubblica Amministrazione.

Altre risorse, fino a 5 miliardi, serviranno a sostenere le imprese attraverso diverse iniziative: "Nuovi prodotti di export finance e internazionalizzazione, plafond per imprese di media dimensione, plafond 'macchinari, impianti e attrezzature', strumenti per favorire l'accesso al credito delle imprese (mini-bond per Pmi, cartolarizzazioni di prestiti alle imprese)".

Il piano sarà esaminato per la sua approvazione dal consiglio nella riunione dell'11 settembre.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia