Banca Marche, Dg: segni stabilizzazione crediti in primo semestre

venerdì 26 luglio 2013 15:49
 

ROMA, 26 luglio (Reuters) - Nel primo semestre Banca Marche ha registrato i primi segnali di una stabilizzazione dei crediti e un aumento di oltre 1 miliardo della raccolta diretta.

E' quanto comunica il direttore generale Luciano Goffi ai dipendenti dell'istituto marchigiano alla ricerca di 380 milioni di euro entro fine anno per far fronte all'aumento delle svalutazioni sui crediti che hanno portato i conti in rosso di 528 milioni di euro nel 2012.

Ieri il consiglio di amministrazione di Banca Marche, che è oggetto di una ispezione generale della Banca d'Italia, ha rinviato la revisione del Piano industriale 2013-2016 a dopo l'esame delle risultanze gestionali dei primi sei mesi per avere un quadro più completo dell'andamento dei conti.

Il prossimo cda è in calendario per il primo agosto.

Oggi Goffi cerca di rassicurare i dipendenti sul fatto che "i primi risultati (del Piano) - in primis sul fronte dei costi amministrativi e della gestione degli incagli - sono assai confortanti".

In una lettera che Reuters ha potuto visionare, il manager aggiunge che "si cominciano anche a scorgere chiari segnali di stabilizzazione dei crediti".

"Gli accantonamenti che si sono resi necessari nel primo semestre riguardano per almeno due terzi posizioni già note e già in precedenza classificate; è minoritaria quindi la quota di tali rettifiche generata da nuove posizioni deteriorate", scrive ancora Goffi.

"Mi piace anche segnalare che nel primo semestre la raccolta diretta è cresciuta di oltre 1 miliardo (sia sul canale online che sulla rete tradizionale)", aggiunge.

Il Piano andrà revisionato alla luce dei primi risultati conseguiti, dell'andamento economico-finanziario dei primi mesi dell'anno e dell'aggiornamento delle previsioni congiunturali di Prometeia.   Continua...