Sorgenia, peggiora rosso sem1 a 206 mln, pesano svalutazioni

giovedì 25 luglio 2013 14:56
 

MILANO, 25 luglio (Reuters) - Sorgenia, la società energetica controllata da Cir e partecipata dall'austriaca Verbund, chiude il primo semestre con una perdita netta di 206,3 milioni, in peggioramento rispetto al rosso di 54,1 milioni registrato nel primo semestre 2012 a causa di svalutazione di attività (per complessivi 190,5 milioni) conseguenza della negativa congiuntura economica e dei mutati contesti regolatori.

Ne dà notizia un comunicato.

Nel dettaglio, a seguito di impairment test, Sorgenia ha effettuato svalutazioni in Tirreno Power, nelle fonti rinnovabili, nell'esplorazione e produzione di idrocarburi (E&P) e di alcuni crediti fiscali.

L'indebitamento finanziario netto consolidato al 30 giugno è stato pari a 1.736,4 milioni, in riduzione di oltre 50 milioni rispetto al dato di fine marzo (1.787,2 milioni) e di oltre 125 milioni rispetto al 31 dicembre 2012.

I ricavi si attestano a 1,17 miliardi, in crescita del 4,5%, mentre l'ebitda ante svalutazioni è pari a 103,2 milioni da 32,2 milioni nell'analogo periodo 2012.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia