Credit Suisse, utile trim2 in rialzo, bene ricavi da trading

giovedì 25 luglio 2013 09:01
 

ZURIGO, 25 luglio (Reuters) - Credit Suisse ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto in rialzo, sostanzialmente in linea con le attese, sostenuto dalle attività di investment banking che hanno beneficiato del buon andamento del trading azionario e obbligazionario.

La banca svizzera ha registrato un utile netto di 1,045 miliardi di franchi svizzeri (1,12 miliardi di dollari) da 788 milioni dello stesso periodo 2012, rispetto a 1,017 miliardi previsti dagli analisti interpellati in un sondaggio Reuters.

Riflettendo la buona performance delle rivali di Wall Street, Credit Suisse ha più che raddoppiato gli utili prima delle imposte della divisione investment banking rispetto a un anno fa, quando il trading risentiva pesantemente della crisi della zona euro. Confrontato con il trimestre precedente, tradizionalmente il periodo più forte per l'attività dei mercati dei capitali, l'utile pretasse ha segnato un calo del 42%.

L'utile pretasse della divisione private banking e wealth management è salito del 4% su trimestre e sceso del 6% su anno.

Una fiammata dei rendimenti obbligazionari nell'ultima parte del secondo trimestre, tra timori di una graduale riduzione del programma di 'quantitative easing' della Federal Reserve, ha aumentato la volatilità dei mercati influenzando di conseguenza l'attività dei clienti di Credit Suisse a giugno e luglio. Nonostante questo, la banca ha detto di aver visto di recente segnali di stabilizzazione sui mercati principali.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia