Electrolux alza stime su domanda Usa dopo trimestre in linea attese

venerdì 19 luglio 2013 09:25
 

STOCCOLMA, 19 luglio (Reuters) - Nell'annunciare risultati trimestrali in linea con le attese, Electrolux ha rivisto al rialzo le previsioni sulla domanda di elettrodomestici negli Stati Uniti per il 2013 e ha previsto una ripresa in Europa nel 2014.

Nel frattempo il gruppo svedese, secondo solo all'americana Whirlpool per dimensioni, ha tagliato i costi e aumentato la sua esposizione ai mercati emergenti.

Il secondo trimestre si è chiuso con un Ebitda, escluse poste straordinarie, di 1,04 miliardi di corone svedesi (121 milioni di euro), in calo dagli 1,11 miliardi dello stesso periodo del 2012 e in linea con la media delle stime raccolte da Reuters.

"L'incremento dei consumi di elettrodomestici in Nord America è ampiamente legato al rafforzamento del mercato immobiliare ed è destinato a durare", dice il CEO Keith McLoughlin in una nota. "Di conseguenza crediamo che la domanda negli Usa crescerà del 5-7% nel 2013". Le stime precedenti erano di un incremento del 3-5%.

Quanto all'Europa, Electrolux dice che "guardando al prossimo anno e oltre, ci aspettiamo che la domanda rimbalzi e che questo, insieme alle misure che abbiamo adottato nella regione, porterà a una ripresa degli utili".

In avvio di seduta il titolo sale alla borsa di Stoccolma di oltre il 3%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia