PUNTO 1-Rcs, peggiorano perdita e debito in trim1, procede su cessioni

martedì 14 maggio 2013 17:28
 

(aggiunge dettagli, chiusura titolo)

MILANO, 14 maggio (Reuters) - Rcs chiude il primo trimestre con una perdita di 107,1 milioni dai -27,3 milioni di un anno prima e con un indebitamento finanziario di 902,4 milioni dagli 845,8 milioni di fine 2012.

Nella nota sui conti, in cui la società ribadisce le "significative incertezze" relative all'esecuzione dell'aumento di capitale di almeno 400 milioni previsto questa estate , viene pubblicato anche il giudizio di una società di consulenza indipendente a cui è stato chiesto, "a supporto del Cda", un giudizio sulla ragionevolezza complessiva del piano triennale.

PER SOCIETA' CONSULENZA PIANO RAGIONEVOLE MA VARI RISCHI

Pur ritenendo che non ci siano elementi di irragionevlezza alla base del piano, la società di consulenza sottolinea alcuni elementi di incertezza legati in particolare alle prospettive del mercato pubblicitario, al successo del modello di business sul digitale e agli obiettivi di risparmi: "L'importo complessivo di contenimento dei costi nell'arco di Piano appare non irragionevole, tuttavia si ritiene che si possano verificare scostamenti temporali nella loro realizzazione, in particolare per i risparmi previsti nel 2013 e nel 2014".

Rcs per canto suo ribadisce la fiducia di raggiungere gli obiettivi del piano al 2015.

Il titolo oggi ha chiuso in borsa in calo del 2,38%.

  Continua...