Impregilo, utile netto trim1 a 69 mln da 24,2 mln

lunedì 13 maggio 2013 19:13
 

ROMA, 13 maggio (Reuters) - Impregilo ha realizzato nel primo trimestre un utile netto di 69 milioni (da 24,2 milioni) e il cda ha esaminato in via preliminare la fusione per incorporazione di Salini.

E' quanto si legge in una nota.

A livello consolidato, i risultati evidenziano ricavi per 518,7 milioni (530,3 milioni)1, un risultato operativo (Ebit) di 24,0 milioni (29,1 milioni) e un utile netto di gruppo pari a 69,0 milioni (24,2 milioni). La posizione finanziaria netta al 31 marzo 2013 è pari a 736,1 milioni (cassa netta) dai 566,7 milioni al 31 dicembre 2012.

Per quel che riguarda l'incorporazione di Salini la nota aggiunge: "Il cda ha esaminato in via preliminare la fusione per incorporazione di Salini in Impregilo. Per avviare tutte le attività propedeutiche alla realizzazione in tempi brevi dell'integrazione societaria, il Consiglio, con l'astensione dell'Amministratore Delegato, Pietro Salini, ed il voto favorevole degli altri consiglieri presenti, ha deliberato di: nominare A. Provasoli quale esperto indipendente incaricato di redigere la perizia valutativa che sarà di supporto al cda nella determinazione del rapporto di cambio delle azioni tra Impregilo e Salini, nonché Goldman Sachs in qualità di adviser per coadiuvare la Società in tutti gli aspetti dell'operazione; individuare in Pricewaterhousecoopers, revisore legale di Impregilo, il soggetto incaricato della revisione legale dei conti; dare mandato al presidente, Claudio Costamagna, di formulare la richiesta al Tribunale di Milano per la nomina dell'esperto che dovrà predisporre la relazione sulla congruità del rapporto di cambio".

I clienti Reuters possono leggere la versione integrale del comunicato con un doppio clic su.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia