9 maggio 2013 / 15:39 / tra 4 anni

PUNTO 1- Mediobanca, rosso trim3 per Generali, Core Tier 1 al 12%

(riscrive aggiungendo dettagli dalla conference call)

MILANO, 9 maggio (Reuters) - Mediobanca chiude il terzo trimestre in rosso per l‘impatto una tantum delle svalutazioni effettuate dalla partecipata Generali a fine 2012, ma rafforza ulteriormente gli indici patrimoniali e la copertura di sofferenze e asset deteriorati.

Il terzo trimestre si è chiuso con una perdita di 86,6 milioni, leggermente migliore delle attese che convergevano su -95 milioni, dopo un impatto derivante dai conti Generali del quarto trimestre di 139,5 milioni circa.

Nell‘ultimo trimestre del 2012 Generali ha effettuato svalutazioni per 1,3 miliardi, operazione di pulizia di bilancio premiata dal mercato e condivisa anche con l‘azionista Mediobanca, nell‘ambito di una strategia generale della compagnia triestina che prevede un maggior focus sul business a scapito della finanza.

La stessa Mediobanca, che il 21 giugno terrà un investor day per la presentazione dell‘aggiornamento delle proprie strategie, va verso un maggior focus sul business bancario e una minore presenza delle partecipazioni.

CORE TIER 1 AL 12%, COPERTURA SOFFERENZE AL 70%

“Negli ultimi nove mesi ci siamo concentrati sul de-risking delle attività. L‘attenzione è stata rivolta più allo stato patrimoniale che al conto economico. Oggi lo stato patrimoniale è più solido e senza aver fatto aumenti di capitale”, ha commentato il Ceo Alberto Nagel in conference call.

A fine marzo il Core Tier 1 di Mediobanca è salito al 12% dall‘11,8% di fine dicembre, uno dei livelli migliori in Europa.

I primi nove mesi si sono chiusi con un utile netto di 37,2 milioni in calo del 64,5% rispetto a un anno prima. Anche in questo caso il dato è leggermente migliore del consensus che indicava 30 milioni.

Nel periodo le rettifiche su crediti sono aumentate dell‘11% a 363,7 milioni con indici di copertura sulle sofferenze (70%) e sulle attività deteriorate (47%) in miglioramento (erano rispettivamente a 59% e al 37% lo scorso anno) e superiori alle medie del sistema. Le attività deteriorate, pur in crescita su base annua a 955 milioni da 840 milioni, mostrano un‘incidenza sul totale degli impieghi pari al 2,8%.

Il costo del rischio, a fronte di impieghi in calo del 9%, è salito a 137 punti base da 120.

Il margine di intermediazione scende a 1,173 miliardi (-23,7%), ma riferito alla sola attività bancaria e quindi depurato dell‘impatto della divisione delle partecipazioni strategiche, si attesta a 1,244 miliardi con un calo del 13,8%.

La stabilità del segmento retail, che rappresenta il 60% dei ricavi bancari complessivi, ha compensato la maggiore volatilità strutturale del Corporate, penalizzato dalla riduzione degli attivi e dalla discesa dei rendimenti.

I costi di struttura sono scesi del 5,6% a 561,5 milioni con un calo del 3,1% di quelli per il personale e dell‘8,3% per i costi amministrativi.

CIB RADDOPPIA UTILI PER RIPRESE VALORE, MIGLIORA CHEBANCA!

Lo spaccato delle singole divisioni mostra un utile netto della divisione Corporate & Investment banking (CIB) raddoppiato a 176 milioni, grazie alle riprese di valore sulle attività finanziarie (12,9 milioni contro rettifiche per 177,6 milioni un anno prima) che hanno parzialmente compensato il calo dei ricavi.

CheBanca!, l‘anima retail del gruppo, ha ridotto la sua perdita a 11,4 milioni con un aumento dei ricavi a 114,6 milioni da 107,1 milioni e costi in calo del 17,3%.

La divisione Principal Investing mostra una perdita di 211,5 milioni e sconta le perdite operative legate a Generali, che nei nove mesi sono 63,9 milioni, e di Rcs (-37,6 milioni) e la svalutazione già effettuata su Telco per 95 milioni.

Il titolo in borsa si è mosso in linea con gli altri bancari, peggiorando leggermente nel finale come gli indici e chiudendo in calo del 2,77% a 4,844 euro con volumi sotto la media delle ultime 30 sedute.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below