Ubi, per trim1 fiducia su basso costo credito relativo - Massiah

giovedì 9 maggio 2013 14:53
 

MILANO, 9 maggio (Reuters) - La debolezza dell'economia reale continua a pesare sulla qualità degli attivi delle banche, ma Ubi è fiduciosa di potersi confermare anche nel primo trimestre 2013 come l'istituto con il minore costo del credito tra i big del sistema in Italia.

Lo ha detto l'AD di Ubi, Victor Massiah, a margine della presentazione di un'iniziativa finalizzata a favorire le erogazioni di mutui alle giovani coppie con contratto di lavoro a tempo determinato e i finanziamenti alle start-up.

"Non ci sono significative variazioni nell'ambito del contesto creditizio. La crisi continua a mordere in modo incredibile e ne consegue che il costo del credito resta palesemente alto", ha detto Massiah in merito alle tendenze sul primo trimestre, in particolare sul fronte dei costi e delle rettiche su crediti.

"Non credo che cambieremo la nostra posizione relativa di coloro che hanno il minor costo del credito tra le maggiori banche nel sistema. E spero di vedere noi ancora al primo posto in termini di minor costo del credito", ha aggiunto.

Alla domanda se è possibile aspettarsi, a livello di settore, nuovi interventi sui portafogli crediti e sulle relative coperture sollecitati dalla Vigilanza, così come accaduto sui bilancio 2012, l'AD si è limitato a rispondere che "l'analisi ispettiva sull'intero sistema si è concluso due mesi fa. Per quest'anno, secondo me, l'analisi si è conclusa. Quello che c'era da sollecitare è stato sollecitato ed è stato fatto".

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia