Mediobanca, su netto 9 mesi pesa trim4 Generali, Core Tier 1 a 12%

giovedì 9 maggio 2013 13:07
 

MILANO, 9 maggio (Reuters) - Mediobanca chiude i primi nove mesi dell'esercizio 2012-13 con un utile netto in forte calo a 37,2 milioni (-64,5%) a causa del recepimento dei conti del quarto trimestre della partecipata Generali che avevano visto svalutazioni per 1,3 miliardi.

Nel solo terzo trimestre Piazzetta Cuccia registra, per lo stesso motivo, una perdita di 86,6 milioni con un impatto di Generali per 139,5 milioni.

Entrambi i dati sono leggermente migliori del consensus di mercato che indicava per l'utile netto dei nove mesi 30 milioni e per il trimestre un rosso di 95 milioni.

Sul fronte patrimoniale Mediobanca mostra un nuovo miglioramento portando il Core Tier 1 al 12% a fine marzo contro l'11,8% di fine dicembre.

Le rettifiche su crediti sono aumentate dell'11% a 363,7 milioni con indici di copertura sulle sofferenze (70%) e sulle attività deteriorate (47%) in miglioramento (erano rispettivamente a 59% e al 37% lo scorso anno) e superiori alle medie del sistema. Le attività deteriorate, pur in crescita su base annua a 955 milioni da 840 milioni, mostrano un'incidenza sul totale degli impieghi pari al 2,8%.

Il costo del rischio, a fronte di impieghi in calo del 9%, è salito a 137 punti base da 120.

Il margine di intermediazione scende a 1,173 miliardi (-23,7%), ma riferito alla sola attività bancaria e quindi depurato dell'impatto della divisione delle partecipazioni strategiche, si attesta a 1,244 miliardi con un calo del 13,8%.

La stabilità del segmento retail, che rappresenta il 60% dei ricavi bancari complessivi, ha compensato la maggiore volatilità strutturale del Corporate.

I costi di struttura sono scesi del 5,6% a 561,5 milioni con un calo del 3,1% di quelli per il personale e dell'8,3% per i costi amministrativi.   Continua...