Axa, Italia resta mercato chiave in 2012, crescono utili e premi

mercoledì 8 maggio 2013 16:33
 

MILANO, 8 maggio (Reuters) - Nel 2012 le attività italiane del gruppo assicurativo francese Axa hanno realizzato un utile netto complessivo in crescita del 46,5% a 237 milioni e una raccolta premi in salita del 3% a 5,6 miliardi.

Lo riferisce una nota sui risultati dello scorso esercizio sia di Axa Assicurazioni che della joint venture con il Monte Paschi, Axa Mps.

"L'Italia resta nel 2012 un mercato chiave per il gruppo Axa, con un'incidenza sulla raccolta di gruppo (Gross Revenues) del 6,7% nel Vita e del 5,4% nel Danni ed una quota di mercato complessiva vita e danni del 4,7%", spiega la nota.

Axa figura tra i soggetti interessati agli asset assicurativi che Unipol deve vendere per rispettare le richieste dell'Antitrust nell'ambito dell'integrazione con il gruppo Fonsai

In particolare, il 2012 si è chiuso per Axa Assicurazioni con un utile netto di 98 milioni (+78,2%) e una raccolta premi danni di 1,4 miliardi (+2%).

Il risultato tecnico vede un combined ratio del 90,3% in calo di oltre 4 punti rispetto all'esercizio precedente.

Per quanto riguarda invece Axa Mps l'utile netto consolidato è migliorato del 30,1% a 139 milioni, mentre la raccolta vita è stata pari a 3,6 miliardi, in aumento del 6%.

Nel cda di Axa Mps sono entrati, per la banca senese, Fabrizio Viola, Antonio Marino e Bernando Mingrone. Confermati i due AD, Andrea Rossi per Axa Assicurazioni, e Frederic de Courtois per la jv di bancassicurazione.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia