CONTI TRIM1 - Prysmian, analisti vedono calo, ripresa da 2014

mercoledì 8 maggio 2013 13:46
 

MILANO, 8 maggio (Reuters) - Ricavi, margini e utile netto in calo. Sono le previsioni degli analisti sui risultati del primo trimestre di Prysmian, che verranno pubblicati domani.

Secondo le stime di consensus comunicate dal produttore di cavi (non viene fornito il numero esatto di stime), il periodo gennaio-marzo è andato in archivio con vendite pari a 1,716 miliardi, un Ebitda adjusted di 113 milioni, un Ebit adjusted di 74 milioni, un utile netto adjusted di 35 milioni e una posizione finanziaria netta negativa per 1,233 miliardi.

Il primo trimestre dell'anno scorso aveva visto ricavi pari a 1,874 miliardi, un Ebitda adjusted di 130 milioni, un Ebit adjusted di 91 milioni, un utile netto adjusted di 45 milioni e un indebitamento di 1,273 miliardi.

Come di consueto, la pubblicazione dei risultati del primo trimestre sarà l'occasione per fornire la guidance sull'intero anno.

Il consensus degli analisti parla di vendite pari a 7,832 miliardi, un Ebitda adjusted di 644 milioni, un Ebit adjusted di 480 milioni, un utile netto adjusted di 270 milioni e una pfn di 916 milioni.

Nel 2012 Prysmian ha registrato ricavi pari a 7,848 miliardi, un Ebitda adjusted di 647 milioni, un Ebit adjusted di 483 milioni, un utile netto adjusted di 282 milioni e una pfn di 918 milioni.

La stagnazione dei risultati nel 2013 è coerente con quanto anticipato dall'amministratore delegato, Valerio Battista, sull'andamento del mercato, a margine dell'assemblea degli azionisti.

Gli analisti, sempre secondo il consensus fornito dall'azienda, prevedono una ripresa a partire dall'anno prossimo.

Nel 2014, infatti, sono stimate vendite pari a 8,157 miliardi, un Ebitda adjusted di 709 milioni, un Ebit adjusted di 545 milioni, un utile netto adjusted di 310 milioni e una pfn di 718 milioni.   Continua...