PUNTO 2-Fiat, trading profit più debole di attese, ma migliora Emea

lunedì 29 aprile 2013 19:49
 

(Aggiunge dichiarazioni AD, contesto)

MILANO, 29 aprile (Reuters) - Fiat registra un trading profit di gruppo inferiore alle attese, in un trimestre appesantito dal prossimo lancio di nuovi modelli Chrysler, ma conferma le previsioni sul 2013, garantendo sul recupero della società Usa.

La borsa reagisce in modo negativo portando il titolo a perdere l'1% circa, con qualche analista, che, a questo punto, è cauto sui target di quest'anno.

Un analista che colloca le previsioni al di sotto delle cifre fornite da Fiat, sottolinea i timori sul 2013, ma considera "confortante" che il recupero debba essere fatto da Chrysler, "che finora non ne ha sbagliata una".

Bene l'area Emea, che registra nel trimestre una perdita di 157 milioni di euro, in recupero di 50 milioni rispetto allo stesso periodo del 2012.

Il gruppo prevede un miglioramento del dato anche nel 2013.

Fiat ha rivisto le attese sull'auto europea (Ue27 + Efta) per l'anno in corso a "calo del 3-5%" da "sostanzialmente stabile".

Il mercato potrebbe riprendersi nella seconda metà dell'anno, perché gli Stati europei dovrebbero abbandonare gradualmente le misure di austerità, secondo Marchionne.

Il gruppo ha registrato nel primo trimestre 2013 ricavi a 19,8 miliardi in calo del 2% dal 2012, ma stabili a parità di cambio e trading profit a 618 milioni da 806 milioni, utile netto a 31 da 262 milioni, debito netto a 7,150 miliardi e liquidità disponibile a oltre 21 miliardi.   Continua...