Luxottica, in aumento utili e ricavi in primo trimestre

lunedì 29 aprile 2013 18:12
 

MILANO, 29 aprile (Reuters) - Luxottica archivia il primo trimestre con ricavi e utili in aumento, risultati che consentono di guardare con "ottimismo e fiducia" ai prossimi mesi e sostengono le aspettative di una crescita robusta e continua, trainata in particolare dallo sviluppo nei mercati emergenti.

L'utile netto nei primi tre mesi del 2013 sale a 159 milioni di euro (+10,5%), il fatturato si attesta a 1,86 miliardi, in crescita del 4,2% rispetto allo stesso periodo del 2012 (+5,6% a cambi costanti), si legge in una nota.

Il risultato operativo è pari a 275 milioni (+7,7% rispetto a 255 milioni adjusted dello stesso periodo del 2012).

"Questo primo trimestre segna un avvio forte e solido dell'anno, sostenuto da tutti i nostri marchi principali in tutte le geografie per noi più importanti. I risultati positivi dei primi tre mesi del 2013 confermano le nostre aspettative per il periodo e sostengono il nostro percorso verso un altro anno di crescita", commenta nella nota l'AD Andrea Guerra.

"Guardando ai prossimi mesi, continueremo a investire per la nostra crescita. I mercati emergenti in particolare saranno uno dei principali driver dello sviluppo, sostenuto da costanti investimenti in persone e marchi, e dalla espansione del Retail tramite acquisizioni e migliore penetrazione in canali già presidiati, soprattutto nel Sudest Asiatico e in America Latina".

Nei Paesi emergenti il gruppo mette a segno una crescita del fatturato netto vicina al 20%. Il Brasile, che raggiunge un incremento del 30% a parità di cambi, si avvantaggia in particolare dell'integrazione con Tecnol.

"Il Nord America, la nostra regione più importante, registra un nuovo periodo di crescita sostenuta, dopo un po' di nervosismo in febbraio e una lieve accelerazione in marzo e aprile", sottolinea Guerra. "In Europa viaggiamo a tre diverse velocità: nei Paesi dell'Est siamo molto rapidi; in Europa continentale i risultati, superiori alle nostre aspettative, ci soddisfano pienamente; l'Europa mediterranea attraversa un momento difficile, ma in Italia teniamo grazie agli investimenti realizzati".

L'indebitamento netto al 31 marzo 2013 è pari a 1.816 milioni di euro (1.662 milioni al 31 dicembre 2012). Nel corso del primo trimestre 2013 il gruppo ha investito 138 milioni in acquisizioni.

Tornando al fatturato, il dato complessivo della divisione Wholesale sale a 781 milioni (+7,5% a cambi correnti e +9,3% a parità di cambi), quello della divisione Retail si attesta a 1.083 milioni (+2% a cambi correnti e +3,1% a parità di cambi).   Continua...