Peugeot, ricavi trim1 in calo, guarda a flessibilità, titolo balza

mercoledì 24 aprile 2013 10:33
 

PARIGI, 24 aprile (Reuters) - Psa Peugeot Citroen è in forte rialzo in borsa, nonostante la contrazione delle vendite registrata nel primo trimestre, grazie all'annuncio di nuovi misure di flessibilità mirate alla riduzione dei costi, necessarie per raggiungere l'equilibrio finanziario nel 2014.

La debolezza del mercato auto europeo, dove Psa ha realizzato il 57% delle vendite, si è infatti tradotta in una riduzione del 6,5% dei ricavi del gruppo nei primi tre mesi dell'anno, a 13,02 miliardi di euro. Considerando la sola divisione auto, il calo cresce a 10,3%.

Psa, che ha già avviato una profonda ristrutturazione in Francia, stima che la stagnazione a livello europeo si protrarrà fino al 2014 e che il mercato potrebbe addirittura essere più difficile del previsto il prossimo anno, rendendo quindi necessarie nuove misure per raggiungere un free cash flow in equilibrio alla fine del prossimo anno.

"Le misure a livello operativo che stiamo studiando vedono in primo luogo l'avvio di negoziazioni (...) per la competitività del gruppo", ha detto ai giornalisti il direttore finanziario del gruppo Jean-Baptiste de Chatillon, aggiungendo che non si parlerà di un'ulteriore riduzione dei dipendenti, oltre agli 8.000 tagli annunciati per il 2013 e il 2014. Le negoziazioni con i sindacati dovrebbbero iniziare nel secondo trimestre.

Nel 2013 Peugeot conta inoltre di dimezzare l'utilizzo di free cash flow operativo.

Sulla piazza parigina, intorno alle 10,20 il titolo sale dell'8,26%. Secondo i trader la contrazione delle vendite è stata minore del previsto ed è positiva la conferma dell'obiettivo di dimezzare l'uso del free cash flow nel 2013.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia