Edison, possibile cedola su conti 2013, no conversione risparmio -AD

venerdì 22 marzo 2013 13:29
 

MILANO, 22 marzo (Reuters) - Edison, controllata italiana del colosso francese <Edf, conta di tornare a distribuire il dividendo sul bilancio di quest'anno, mentre non intende convertire le azioni di risparmio perché il momento non è opportuno.

A dirlo è l'AD del secondo gruppo energetico italiano, Bruno Lescoeur, al termine dell'assemblea sul bilancio 2012.

"Questo non è il momento giusto per la conversione delle azioni di risparmio", ha sottolineato Lescoeur. Al momento sono quotati in Borsa 110.000 milioni di titoli circa, pari a 2,08% del capitale. Il 99,48% del capitale ordinario è, invece, in mano a Edf, mentre lo 0,52% fa capo a piccoli azionisti che hanno però titoli illiquidi perché non più quotati.

"Nel 2012 Edison è tornata in nero, distribuendo il dividendo per gli azionisti di risparmio. E questo è un buon segnale, mentre le ordinarie abbiamo deciso di non pagarlo perché sarebbe stato un ammontare ridicolo e non significativo", ha aggiunto il numero uno di Foro Buonaparte. "Speriamo di continuare a migliorare la situazione finanziaria, come politica Edf lo distribuisce, quando sono significativi".

Alla domanda se questa possibilità ci sarà sul bilancio 2013, Lescoeur ha risposto: "Il 2013 sarà ancora un anno difficile ed è un po' presto per dirlo, ma speriamo che ci sia".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia