Pop Sondrio lancia allarme dividendo dopo ispezione Bankitalia

martedì 19 marzo 2013 18:22
 

MILANO, 19 marzo (Reuters) - L'utile e dividendo dell'esercizio 2012 di Pop Sondrio risentiranno negativamente dell'aumento del costo del credito in seguito alle verifiche di Banca d'Italia sui crediti problematici.

E' allarme lanciato dall'istituto che vede "un possibile scostamento tra la previsione relativa al dividendo formulata nel proprio comunicato stampa del 28 dicembre 2012 e quanto emerge in base alle informazioni ora disponibili" per la redazione del bilancio dell'esercizio.

In quella nota la banca indicava la distribuzione di un "appagante" dividendo alla luce di un 2012 chiuso con un "buon" risultato.

"Lo scostamento trae origine dalle rettifiche di valore su crediti, a seguito dell'adozione di criteri di valutazione estremamente prudenziali, avvalendosi delle indicazioni fornite in sede ispettiva dall'Organo di vigilanza", spiega la banca nel comunicato odierno.

"Conseguentemente, a fronte di un incremento del costo del credito, ne risentiranno l'utile netto di bilancio e la misura del dividendo", prosegue.

Pop Sondrio "conferma l'ottima posizione di liquidità e l'adeguata disponibilità di mezzi propri".

Per il testo integrale del comunicato i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia