PUNTO 2-Pirelli punta in 2013 a settore Premium, taglio costi

lunedì 11 marzo 2013 19:40
 

(Aggiunge nuovi elementi da slide conference call)

MILANO, 11 marzo (Reuters) - Pirelli ha chiuso il 2012 con risultati di poco inferiori agli obiettivi, ma in linea con le previsioni degli analisti e vede un miglioramento di ricavi e utili nel 2013 grazie ai Paesi emergenti e al taglio dei costi.

Lo dice una nota della società, aggiungendo che il cda proporrà una cedola di 32 cent da 27 dell'esercizio precedente per le ordinarie e di 39 cent per le risp da 34.

Sul 2013 il gruppo prevede Ebit a 810-850 milioni di euro, ricavi a 6,3-6,4 miliardi, posizione finanziaria netta inferiore a 1,2 miliardi e una generazione di cassa superiore ai 200 milioni, prima della cedola e prima dell'impatto della controllata Prelios.

Il gruppo ha chiuso il 2012 con Ebit a 780,8 milioni, ricavi totali a 6,071 miliardi.

"I dati sono in linea, ma le previsioni sul 2013 sono piuttosto deludenti in termini di generazione di cassa", dice un analista: "Anche sull'Ebit il range è ampio e, nella parte bassa, siamo ben sotto il consensus".

Secondo le stime raccolte dal gruppo, le attese sul 2012 erano per fatturato 2012 a 6,061 miliardi, Ebit a 781,8 milioni.

Le stime Thomson Reuters Ibes con 9 analisti (che hanno emesso report negli ultimi 30 giorni) indicano per il 2013 ricavi attesi in media a 6,297 miliardi ed Ebit a 844 milioni.

  Continua...