Cir, perdita netta 2012 per 33,1 mln dopo svalutazioni, no dividendo

lunedì 11 marzo 2013 12:52
 

MILANO, 11 marzo (Reuters) - Il gruppo Cir chiude il 2012 con una perdita netta di 33,1 milioni di euro rispetto a un nero di 9,7 milioni nel 2011, secondo un comunicato.

I ricavi salgono dell'11,9% a 5,063 miliardi, mentre l'ebitda scende del 34,3% a 308,1 milioni.

L'indebitamento finanziario netto consolidato è pari a 2.504,4 milioni (2.593,6 milioni al 30 settembre 2012)

Il risultato netto, nonostante l'utile conseguito da tre delle quattro principali controllate operative del gruppo (Espresso, Sogefi e Kos) in un difficile contesto, è stato negativo per effetto della perdita riportata da Sorgenia, dovuta in particolare a svalutazioni delle attività nelle rinnovabili e nel termoelettrico, spiega la società.

Il Cda della holding proporrà all'assemblea di non distribuire il dividendo relativamente ai risultati 2012 al fine di preservare la solidità patrimoniale della società. Il Cda ha inoltre deliberato il rinnovo del piano di riacquisto di massime 30 milioni di azioni proprie fino al limite di 50 milioni. A oggi Cir ha in portafoglio 49.989.000 azioni ordinarie, corrispondenti al 6,3% del capitale.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia