Acea, utile 2012 cala a 77,4 mln, dividendo 0,30 euro

venerdì 8 marzo 2013 15:57
 

ROMA, 8 marzo (Reuters) - Acea ha chiuso il 2012 con un calo dell'utile del 10% a 77,4 milioni appesantito da una sanzione dell'Antitrust da 8,3 milioni, mentre ha visto una crescita dell'Ebitda a 695 milioni con un dividendo proposto di 0,30 euro compreso l'acconto di 0,21 già pagato.

Lo si legge in una nota al termine del consiglio che ha approvato il progetto di bilancio della multiutility romana controllata dal Comune di Roma.

Per il 2013 la società dice nella nota che "intende proseguire un'attività volta all'efficientamento della gestione operativa e alla razionalizzazione dei processi di business, con l'obiettivo di contrastare gli effetti della crisi economica e raggiungere risultati in linea con il piano industriale".

Lunedì pomeriggio è prevista una conference call con gli analisti.

I ricavi sono saliti del 2,1% a 3,6 miliardi.

Acea ha realizzato nel 2012 513 milioni di investimenti rispetto ai 413 dell'anno prima e ha un debito netto di 2,495 miliardi a fine 2012, in calo dal settembre 2012 (2,66 miliardi) ma più elevato dei 2,35 di fine 2011.

"L'aumento dell'indebitamento è conseguenza del fabbisogno derivante dagli investimenti realizzati (inclusa l'acquisizione della sede) e, in minima parte, dall'aumento del circolante", dice la nota.

Il cda ha convocato l'assemblea per i giorni 15 aprile e 22 aprile 2013, rispettivamente in prima e seconda convocazione, con all'ordine del giorno l'approvazione del bilancio e la nomina del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale.

Il dividendo a saldo sarà messo in pagamento a partire dal 23 maggio 2013 con stacco cedola in data 20 maggio e record date il 22 maggio.   Continua...