Autogrill, utile netto 2012 scende a 96,8 mln, ricavi +4% a 6,1 mld

giovedì 7 marzo 2013 14:15
 

MILANO, 7 marzo (Reuters) - Autogrill ha archiviato il 2012 con un utile netto in calo a 96,8 milioni dai 126,3 milioni realizzati nel 2011, che includevano proventi non ricorrenti per 8 milioni di euro dalla cessione di Flight, e con ricavi in crescita di circa il 4% a cambi correnti, a 6,077 miliardi.

L'Ebitda, prosegue la nota, è sceso del 4,4% a 589,9 milioni dai 617 milioni del 2011. La posizione finanziaria netta è migliorata di 58,1 milioni rispetto a un anno prima, a 1,494 miliardi. Nessuna indicazione invece sul dividendo.

Nelle prime otto settimane del 2013 il gruppo ha registrato vendite in aumento dell'1,1%, anche se perdura la debolezza delle autostrade italiane.

Nel comunicato l'amministratore delegato Gianmario Tondato Da Ruos mette in evidenza i vantaggi che la separazione delle due aree di business, il food & beverage da un lato e il travel & retail dall'altro, porterebbero alla società, iniziando a delineare furture linee di sviluppo separate.

"L'operazione consentirebbe a ciascun business di sviluppare nel modo ottimale le proprie strategie specifiche ed estrarne il loro valore intrinseco. Il food & beverage potrà perseguire ulteriori opportunità di crescita nei nuovi mercati e orientarsi con più rapidità verso il canale aeroportuale e ferroviario; il Travel Retail potrà invece concentrarsi nello sviluppo per acquisire maggiore massa critica", sottolinea Tondato.

Per quanto riguarda le prospettive del gruppo, l'AD spiega che "per quanto riguarda la crescita internazionale ci focalizzeremo su nuovi mercati dal forte potenziale di sviluppo. I cambiamenti strutturali che caratterizzano il business lungo le autostrade europee ci inducono invece ad un ripensamento della nostra presenza, in particolare in Italia, la cui incidenza sul fatturato di Gruppo è destinata a ridursi ulteriormente".

Sulla scia dei risultati il titolo è passato in positivo e intorno alle 14,10 guadagna l'1,8%.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

  Continua...