PUNTO 2-Chrysler, vendite Usa +4%, ma trimestre atteso debole

venerdì 1 marzo 2013 18:38
 

(Aggiunge dato Canada a para 3)

MILANO, 1 marzo (Reuters) - Chrysler, gruppo Fiat, ha chiuso il mese di febbraio con un aumento dei volumi negli Usa, ma ribadisce la previsione di un trimestre debole a causa del lancio di nuovi modelli.

Il gruppo ha venduto negli Stati Uniti 139.015 veicoli, segnando un rialzo del 4% su anno e il miglior mese di febbraio dal 2008. Ha chiuso inoltre il mese con scorte a 413.989 veicoli, pari a un'offerta di 71 giorni.

In Canada il gruppo Usa ha registrato il miglior febbraio dal 2000, con un aumento delle vendite del 2% a 16.832 veicoli. Molto bene le auto con un +16%, -0,6% per i mezzi pesanti.

"Si prevede che a causa dei menzionati nuovi lanci i volumi del primo trimestre 2013 saranno in calo rispetto al corrispondente periodo del 2012", dice una nota Fiat, in merito alle prospettive negli Stati Uniti.

La nota fa riferimento al lancio, durante questo trimestre, dei nuovi Jeep Grand Cherokee, Jeep Compass e della nuova gamma Heavy Duty di Ram.

Il marchio Chrysler ha registrato vendite in calo del 7% annuo, Jeep ha segnato -16%, Dodge +30%.

Le vendite della Fiat 500 sono aumentate del 2%, dice la nota senza indicare il numero delle vetture.

(Redazione Milano,reutersitaly@thomsonreuters.com,+39 02 66129431, Reuters messaging: stefano.rebaudo.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia