L'Espresso, netto 2012 cade di 64%, nessun dividendo, outlook debole

mercoledì 27 febbraio 2013 15:20
 

MILANO, 27 febbraio (Reuters) - L'Espresso chiude il 2012 con un crollo dell'utile netto del 64% a 21,8 milioni e ricavi in contrazione dell'8,7% a 812,7 milioni.

Il gruppo ha deciso di non distribuire il dividendo e destinare l'utile a riserva.

Il primo bimestre del 2013, sottolinea una nota, "non mostra alcun segnale di miglioramento: le tendenze riguardanti la raccolta pubblicitaria e le diffusioni sono in linea con quelle registrate nell'ultimo trimestre del 2012".

In assenza di un'inversione di tendenza dell'economia e del mercato, che lo stesso gruppo giudica improbabile, "il deterioramento dei risultati è destinato a perdurare nel 2013".

Per far fronte alla difficile situazione, l'Espresso preannuncia azioni di riduzione dei costi "più incisive di quelle attualmente in atto".

Il titolo, subito dopo la pubblicazione dei risultati, ha accelerato la discesa e intorno alle 15,15 cede circa 2%.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

  Continua...