February 26, 2013 / 5:24 PM / 4 years ago

PUNTO 1- Mediobanca batte attese in trim2, svaluta Telco per 95 milioni

5 IN. DI LETTURA

(Aggiunge dettagli da nota, conference call)

MILANO, 26 febbraio (Reuters) - Mediobanca batte le attese nel secondo trimestre dell'esercizio 2012-13 grazie al contributo delle società consolidate a equity e nonostante la svalutazione della partecipazione in Telco per 95 milioni di euro.

Il trimestre si è chiuso con un utile netto di 14 milioni contro attese, raccolte dalla banca, che convergevano su una perdita di 10 milioni. Il dato consente di chiudere il primo semestre con un utile netto raddoppiato a 123,8 milioni.

Dal punto di vista patrimoniale il Core Tier 1 beneficia della politica prudenziale sugli impieghi e si attesta all'11,8% contro l'11,5% di fine settembre. Le disponibilità finanziarie sono cresciute a 23,2 miliardi da 22,2 di fine giugno scorso.

L'AD Alberto Nagel ha confermato che il nuovo piano triennale sarà pronto a giugno, avendo acquisito il piano della partecipata Generali, presentato il mese scorso, e contando sul fatto che per quella data ci sarà "una migliore comprensione" delle regole di Basilea 3.

Non significativa la reazione del titolo che ha chiuso in calo dell'8,64% a 4,856 euro in una seduta in cui i bancari sono stati tutti in forte ribasso a causa dell'incertezza innescata dall'esito delle elezioni politiche italiane.

I ricavi nel semestre sono scesi del 6,4% a 911 milioni con una flessione del margine di interesse del 6,7% attribuibile all'attività corporate & investment banking, delle commissioni (-14,2%) e del risultato del trading (-5,3%).

In crescita l'apporto delle società consolidate a equity che sale a 85,8 milioni grazie al contributo, in buona misura non ricorrente, di Gemina (27,2 milioni) che compensa le perdite operative di Rcs. In crescita anche il contributo di Generali (75,6 milioni da 65,9 milioni).

I costi di struttura diminuiscono del 5,9% a 375,6 milioni per i minori costi del personale (-3,4%) e spese amministrative (-8,4%).

Il portafoglio titoli e partecipazioni ha visto, oltre alla svalutazione di Telco che porta il valore d'uso delle azioni Telecom a 1,20 euro, anche riprese di valore su titoli di Stato greci per 12,2 milioni e altre svalutazioni su titoli disponibili per la vendita non quotati per 6,7 milioni.

Nel semestre sono state effettuate rettifiche di valore su crediti per 232,8 milioni (+9,7%) principalmente per la quota riconducibile al comparto famiglie. Il costo del rischio è stabile a 129 punti e gli indici di copertura di attività deteriorate e sofferenze in miglioramento.

Gli impieghi scendono a 34,1 miliardi soprattutto per il calo dei crediti corporate (-17%) e a fronte di una sostanziale stabilità delle attività retail.

Soci B Patto Decideranno Entro Settembre Su Quota Fonsai

In vista dell'avvicinamento alla scadenza del patto, prevista a fine anno, i soci del gruppo B, quello che raccoglie i finanziari e industriali, dovranno comunicare entro settembre se esercitare la prelazione sulla quota del 3,8% in mano a Fondiaria-Sai che sarà ceduta entro l'anno in virtù degli impegni presi da Unipol con l'Antitrust nell'ambito del piano di integrazione con la compagnia fiorentina.

Una fonte vicina al patto ha spiegato inoltre che nel caso in cui la quota venga ceduta a un terzo, i soci dovranno decidere se debba restare vincolata al patto oppure no.

Sul futuro del patto di sindacato, la fonte ha dichiarato di attendersi "diverse defezioni" proprio nel gruppo B.

Proprio nella riunione di oggi l'assemblea del patto ha autorizzato lo svincolo dello 0,11% in mano a Poligrafici Editoriale.

Il patto, suddiviso in tre gruppi, A, B e C rispettivamente formati dai bancari, da industriali e finanziari e dai soci esteri, raccoglie oggi il 42,13% del capitale di Mediobanca.

L'assemblea ha inoltre deliberato che il presidente del patto di sindacato, carica oggi ricoperta da Angelo Casò, non eserciti il proprio diritto di voto nel comitato direttivo. Questo "in coerenza con il ruolo super partes" di Casò e "al fine di rafforzare, sul piano della forma e dell'apparenza, il requisito di indipendenza dello stesso nel consiglio di amministrazione".

La decisione è valida "sino a nuova determinazione", spiega una nota.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below